Vai alla pagina inziale
Vai alla pagina inziale
    ---
   
-----
  • ---
    »---
    ---
    ---
    ---
    ---

    ---

    Link

      ---

    Versione stampabile Versione stampabile   Invia pagina ad un amico Invia pagina


    //////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

    Nota IMPORTANTE: Alcuni dei presenti comunicati o file sono stati inseriti in questa sede SOLO per comodità dell'utente e NON HANNO alcun valore ufficiale. Pertanto NON SI ASSUME ALCUNA RESPONSABILITA' su eventuali errori o imprecisioni, su fatti, date, luoghi, nomi e qualsivoglia elemento facente parte dei file o della presente pagina web. Per i comunicati ufficiali si prega di FARE ESCLUSIVO RIFERIMENTO al sito istituzionale del Comune di Erice www.comune-erice.it .

    /////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

    //////////////////////////

    //////////////////////////
    Oggetto: comunicato stampa del Consigliere DENARO -> REPLICA

    Vero è che, per legge, il Sindaco è Autorità Sanitaria Locale, ma sicuramente non intendo sostituirmi alle professionalità dei competenti servizi sanitari regionali nell'individuare la patologia che affligge il Consigliere Denaro, rigorosamente mantenuto a dieta politica dal sottoscritto. Vero è che mi sono avvalso, come prescrive la legge, per l'esercizio delle mie funzioni ma soprattutto destinate a supporto degli uffici comunali, di esperti e consulenti - senza prova di smentita, sicuramente e decisamente malpagati rispetto alle pari prestazioni espletate nei Comuni viciniori, per cominciare dal capoluogo - come segue:

    Omissis ---------

    Apprendo, inoltre, dalle farneticanti dichiarazioni del Consigliere Denaro tutto il suo dispiacere per i successi registrati dalla mia Amministrazione nell'attivazione del servizio turistico del Castello di Venere che procura entrate per circa 100.000 euro l'anno da rinvestirsi in attività promozionali da parte della Fondazione Erice Arte, così come del fatto che siamo riusciti ad ottenere dopo decenni di oblio, l'assegnazione con relativo cospicuo finanziamento regionale del Premio Internazionale Venere d'Argento che - rispetto al dispiacere politico del Consigliere Denaro - anche quest'anno porterà un cartellone di eventi e manifestazioni d'indubbia valenza promozionale e turistica sul territorio. 

    Circa la selezione di lavoratori impegnati in progetti LSU abbiamo proceduto in maniera trasparente e potenziato importanti servizi comunali privi di risorse umane (dalle Scuole a quelli turistici in vetta). Evidentemente, dalle mistificazioni scritte dal Consigliere Denaro, comprendo che qualche "protetto" dello stesso Consigliere non è stato prescelto, mi dispiace per lui e per l'interessato, ma erano necessari i titoli e le competenze a vantaggio dei servizi dell'ente e non sicuramente la "appartenza" politica che il Denaro non dice di rivendicare.

    100.000 euro per le Parrocchie? ... evidentemente l'ericino Denaro sconosce l'assenza  dei servizi d'impiantistica sportiva comunale in favore dei bambini e dei giovani e dunque delle comunità di Ballata, Napola, Pizzolungo e Trentapiedi, che grazie al nostro intervento potranno invece fruire degli impianti sportivi parrocchiali recuperati dal degrado e dall'abbandono con un investimento pubblico "ridicolo", se si pensa all'enormità del costo che il Comune dovrebbe sostenere in ogni realtà per la realizzazione di idonei impianti sportivi.

    Circa la mia provenienza anagrafica ed il mio passato storico di amministratore valdericino, vorrei ricordare al Consigliere Denaro che i cittadini ericini ne sono ben a conoscenza e mi hanno preferito rispetto ai loro concittadini-amministratori del tempo. Ovviamente sfido il Consigliere Denaro a candidarsi a Sindaco di Erice in contrapposizione al sottoscritto, avrà modo pertanto di  tutelare l'orgoglio ericino da un usurpatore valdericino e pertanto "extra comunitario". Gli ericini decideranno ... probabilmente non rieleggendolo neanche a Consigliere comunale, attesa la sua nota e conclamata costosa ed inutile permanenza/incapacità politico-amministrativa a servizio della città e degli ericini.

    Erice 16 febbraio 2011 IL SINDACO - GIACOMO TRANCHIDA
    //////////////////////////
    COMUNICATO STAMPA del 16 febbraio 2011

    DEPOSITATA IERI AL MINISTERO DELLE FINANZE LA PETIZIONE PRO ZFU

    Si è svolto ieri a Roma l'incontro congiunto per la consegna ufficiale al Ministero delle Finanze delle Firme raccolte con il Tour Itinerante del Center Office pro Zone Franche Urbane. All'incontro ha partecipato il Sindaco Giacomo Tranchida in rappresentanza della città di Erice che assieme alle altre 22 città individuate quali Zone Franche Urbane hanno aderito all'iniziativa.

    Omissis

    L'importanza dell'iniziativa - secondo le dichiarazioni degli organizzatori pienamente condivise dal Sindaco Tranchida - si esplica tutta nella riuscita dell'obiettivo di sensibilizzazione delle tante ragioni dell'iniziativa e, definitivamente, nella possibilità di convincere il Governo Centrale, attraverso i numeri dell'adesione e i dati di fatto, che sia un atto di responsabilità non più rinviabile la sottoscrizione dei decreti attuativi con tutto ciò che di buono ne potrà conseguire in termini di crescita, occupazione e sviluppo.

    Nel corso della manifestazione è stata infine annunciato il battesimo di un nuovo soggetto associazionistico: l'"Associazione ZFU - Zona Franca Italia" con lo scopo precipuo di divulgare in tutto il territorio nazionale e non solo la Legge sulle Zone Franche Urbane ad una platea di utenti il più vasta possibile e assistere le imprese locali nella delicata fase di costituzione e decollo dell'attività, nell'ottica e nell'orbita delle agevolazioni e degli sgravi resi possibili dalla legislazione in materia di ZFU.

    //////////////////////////
    COMUNICATO STAMPA del 15 febbraio 2011

    CONTROLLI DEL TERRITORIO - ELEVATE SANZIONI A PIZZOLUNGO

    Nel corso di alcuni controlli sul territorio la Polizia Municipale di Erice ha elevato alcune contravvenzioni per violazione dell'art. 5 dell'Ordinanza Sindacale n. 57/2010 per "abbandono di sfalci e ramaglie da giardini ed aree verdi".
    Le infrazioni sono state rilevate nella via Entello, in località Pizzolungo, a carico di una ditta e di un soggetto privato che abbandonavano in luogo non autorizzato materiale proveniente presumibilmente da giardini privati.

    Ricordo alla cittadinanza - ha commentato il Sindaco Giacomo Tranchida - che la ditta concessionaria del servizio provvede su richiesta al numero verde 800601167 al ritiro di tale materiale ed in tal senso invito tutti ad utilizzare il servizio pubblico e non abbandonare tale materiale in aree pubbliche al fine di preservare il decoro della nostra città.

    Nei prossimi giorni i controlli proseguiranno su tutto il territorio comunale.

    //////////////////////////

    Pagina vista : 882 volte.
     
    Cerca
    ---
    ---
    ---
    ---

    ---

     

       
      Graphic Themes by E-Motion  
    GiacomoTranchida.it ©2007- Graphic Themes by E-Motion
    powered by JAF CMS 4.0 Final